• 19 Ottobre 2021
  •  

Ippodromo di Chilivani: pronostici rispettati nelle tre corse “clou” del programma

CHILIVANI. 19 settembre 2020. Sebbene i pronostici della vigilia siano stati rispettati, non è stato sempre facile portarli a compimento. Come, ad esempio nell’attesa Listed “Sheikh Zayed Bin Sultan al Nayan Cup” per i purosangue arabi di 4 anni ed oltre, nella quale un generosissimo e coriaceo Antares del Ma, dopo aver condotto sempre al comando, ha tentato di anticipare lo scatto per sorprendere Ramiz al Aziz (Manuela Daverio-E. Botti), l’avversario più temibile. I due cavalli hanno ingaggiato un’appassionante lotta nella quale, a meno di cento metri dal palo, Antares sembrava poter avere la meglio quando invece, sollecitato dalle mani esperte di Antonio Fresu, Ramiz al Aziz reagiva ancora riuscendo a superarlo di una incollatura. Ad Antares va l’onore delle armi per aver difeso l’orgoglio dell’allevamento sardo, dimostrando qualità e competitività.

Nel Criterium sardo invece Memo de l’Alguer, favorita insieme a Cala Ginepro, si è confermata puledra di classe per la quale si aprono ottime prospettive di carriera. L’allieva della Scuderia San Giuliano, allenata da Giovanna Menato e montata da Nino Murru, dopo aver sfruttato l’andatura di Lory di Toni, ha rotto gli indugi alla piegata lottando poi con Sa Pala Umbrossa che cedeva nel finale il secondo posto alla rinveniente Bora de l’Alguer. Per i colori della San Giuliano una meritata accoppiata. Principe di Toni si accontenta del quarto posto.

Ancor più nitida e incontrastata la vittoria del favoritissimo Batman, nel 94° Derby sardo, nel quale dopo le scaramucce iniziali il favorito rompe gli indugi alla opposta dirittura portandosi sui primi e guadagnando lo steccato alla piegata per presentarsi già in rampa di lancio all’ingresso in dirittura. Lo scatto per raggiungere il palo è stato imparabile per Bella Chidera, giunta lontano  pur tentando di rispondere nelle mani di Silvano Mulas. A seguire Benito e Balente Bonorvesu. Per il team Antonio Monni-Tonino Cottu un secondo prestigioso successo, dopo quello di Zimbar nel 2018, mentre il fantino Gavino Sanna gioisce per la sua prima vittoria nel Derby. Il pomeriggio era iniziato con il Premio ANACAD Memorial Giovanni Baroncelli, vinto con una pregevole prestazione da Bainza di Montalbo (G. Michele Satta-A. Cottu-G. Sanna) che ha inflitto notevole distacco a Baylah Bonita, Bienvenue Flambeau e Bolero Quint.

Nel Premio Assegnatari Associati di Arborea, per i purosangue anziani, sorpresa di Offsider (Pasquale Corrias-F. Pinna-M. Arras) che supera Via Col Vento ormai spento dopo aver tentato il “coast to coast”, Mondorame e Cataleya, regalando ai fortunati vincitori una succosa trio di oltre 800 euro. I puro sangue arabi di tre anni si sono affrontati nel Premio Wathba Stallion Summer Cup, dando vita ad un confronto appassionante risoltosi a favore di Ballad (Scud. TSA Srl-M. Floris-A. Fiori) dopo bella lotta con il favorito Belshatsar. Terzo Bontà sarda e quarto Cataleya. Domenica prossima con le altre prove classiche del Gran Premio Regione Sarda, Gran Premio sardo, Omnium e Derby del puro sangue arabo, si conclude la stagione.

Diego Satta

Nella foto: la premiazione del vincitore del 94° Derby sardo