• 25 Settembre 2021
  •  

Ippodromo di Chilivani, terza giornata della riunione estiva

Ippodromo di Chilivani

Le corse di lunedì 6 settembre al Don Deodato Meloni.


CHILIVANI. La riunione estiva si va inoltrando verso le prove classiche e di vertice dopo aver assorbito l’evento a livello nazionale del Derby italiano dell’anglo arabo disputato a Firenze ieri e vinto alla grande da Cleopatra de Mores dei F.lli Calvia che aveva debuttato all’ippodromo di Chilivani il 23 agosto. Il Gran Premio dell’anglo arabo è stato invece vinto da Zeta Penny della Scuderia Atzeni.

A Chilivani si inizia domani (lunedì 6 settembre) alle 16.10 con il Premio Ippodromo Pinna di Sassari, 1600 metri, riservato ai Gentlemens, nel quale Red Cross, brillante vincitore all’esordio, ripropone la sua candidatura sempreché siano d’accordo Lady Gavoi e Amatrice Romana. Attenzione ad Akenta de l’Alguer che, pur penalizzata da peso notevole, potrebbe dire la sua.

La Maiden Premio Cantareddu sulla distanza di 1600 metri,  ulteriore chiamata in vista del Gran Premio sardo per anglo arabi a fondo inglese, mette in palio la prima vittoria in carriera fra i sedici concorrenti. Cathmandu Day che ha mostrato buone qualità in più qualificata compagnia, potrebbe cogliere il suo primo successo pieno. Fra gli avversari Cuore d’or e Corrente Elettrica vengono indicati per un piazzamento, ma piacciono anche Cassiox e Carmelino.

Al Memorial Antonello Putzu, partecipano sette puledri purosangue di due anni che si cimentano sulla distanza breve dei 1200 mt. Furibondo, vincitore poi retrocesso la settimana scorsa, ripropone la sua leadership nei confronti del temibile duo Gaduli e Ral d l’Alguer della Scuderia San Giuliano, ma non è da trascurare Shardana Grey che potrà fare bene.

Nel Premio S. Antonio Abate di Bolotana, gli anglo arabi anziani si sfideranno sulla distanza dei 2300 metri. Artigiano sembra vantare una superiorità tecnica e per risultati che lo fanno preferire su Bolero de Florinas e Botswana, ma attenzione a Baruffa e Aquila de Aighenta che hanno mezzi per contrastarli.

Il Premio Andrea e Tonino Fogarizzu per i purosangue di tre anni ed oltre, 2300 metri, sembra un’esclusiva della Scuderia San Giuliano con Bunora, favorita dal peso e Baroc che le rende 4,5 kg, a contendersi la vittoria e di rincalzo Gribu de l’Alguer capace anche di fare il colpo. Dawakh e La Base non resteranno a guardare e potranno sovvertire il pronostico, così come Sophistication che sicuramente cercherà di inserirsi.

In chiusura il Premio Giovanni Chessa, una Maiden sui 2300 metri, per gli anglo arabi a fondo arabo, ultima preparatoria per qualche candidatura in extremis per il Derby sardo, nel quale la grigia Chimera Bella appare la prima favorita nei confronti di Cara e Istella, Chl l’ha visto e Clara. Qualche chance la nutrono anche Chiocciola e Consuelo. L’accesso all’ippodromo è consentito nel rispetto della normativa Anti Covid 19 (Green Pass o certificato equipollente) nei limiti del 50% della capienza dell’impianto. La prossima giornata di corse si svolgerà sabato 11 settembre.

Diego Satta

In copertina: ippodromo di Chilivani, panoramica sul tondino di presentazione (Foto di Monica Scano)

Leggi anche: IPPODROMO DI CHILIVANI: RISULTATI DELLE CORSE DI LUNEDÌ 30 AGOSTO

Agenzia Funebre Franco Mu