• 5 Dicembre 2022
  •  

Sabato al Mater Olbia una giornata dedicata al problema dell’obesità

Mater Olbia Hospital
L’incontro è un’occasione per approfondire le problematiche relative alla sua prevenzione, nonché le possibili strategie terapeutiche e soprattutto sul ruolo che la rete sanitaria può avere a supporto del paziente.

OLBIA. Il Centro di Chirurgia Bariatrica del Mater Olbia Hospital aderisce all’iniziativa Bariatric Surgery Day promossa dalla Società Italiana Chirurgia dell’Obesità e delle Malattie Metaboliche (SICOb) organizzando sabato 29 ottobre il “Caring Obesity”, una giornata dedicata al problema dell’obesità. Gli incontri scientifici saranno dedicati ai medici di medicina generale, ai pediatri e ai neuropsichiatri infantili, le figure specialistiche che fungono da primo contatto con i pazienti e che li aiutano ad orientarsi nelle scelte terapeutiche. Un focus importante verrà fatto sulla prevenzione dell’obesità ed al crescente problema dell’obesità infantile e negli adolescenti.

«Abbiamo aderito con entusiasmo alla iniziativa della SICOb. Sarà una giornata dedicata ai nostri pazienti, ai colleghi con i quali quotidianamente collaboriamo ed a coloro i quali vogliano informarsi sul tema. Sarà anche un’occasione per promuovere la Fondazione SICOb, importante strumento per aiutare lo sviluppo della Chirurgia Bariatrica in Italia.

Muscas con Foto 1

L’iniziativa prende in considerazione aspetti più ampi oltre al contesto di cura, analizzando anche elementi quali l’interazione tra componenti comportamentali, sociali e metaboliche, alcune geneticamente determinate, altre riconducibili a fattori ambientali. Il concetto di “Caring Obesity” intende sensibilizzare le persone e gli specialisti alla sfida del trattamento integrato dell’obesità, favorendo uno scambio di conoscenze su come si inseriscono, in maniera complementare e personalizzata, gli interventi di prevenzione, nutrizionali, psicologici, di promozione dello stile di vita ed esercizio fisico e le strategie e procedure medico chirurgiche», afferma Piero Giustacchini, Direttore del reparto di Chirurgia endocrinologica e bariatrica e delegato regionale SICOb.

La partecipazione alla giornata è gratuita previa conferma di partecipazione all’indirizzo mail marketing@materolbia.com indicando nome cognome e figura professionale. Due momenti di attività motoria e benessere fisico sono stati poi organizzati a corollario della parte scientifica:

Al mattino presso il Mater Olbia Hospital si terrà una sessione di training durante la quale un istruttore qualificato mostrerà ai partecipanti semplici esercizi da poter riprodurre in autonomia a casa. Per confermare la partecipazione si può scrivere a marketing@materolbia.com

Al pomeriggio invece, al parco Fausto Noce, una istruttrice di Camminata Metabolica, Ada Scarone, eseguirà una lezione all’aria aperta. Per confermare la partecipazione è possibile contattare direttamente la dott.ssa Scarone al numero +39 347 388 6514.

La partecipazione alle attività motorie è subordinata ad una donazione di 15 euro per la partecipazione ad entrambi i momenti o a 10 euro per la partecipazione ad una sola delle attività proposte. Le donazioni, raccolte dai volontari dell’associazione Fiocchetto Verde, andranno interamente devolute alla Fondazione SICOb per la diffusione ed il progresso della chirurgia bariatrica e metabolica.

Il Centro di Chirurgia Bariatrica del MOH è nato del 2020 ed è stato riconosciuto come Centro di eccellenza SICOb nel 2022.  Il paziente obeso viene affidato dallo studio preoperatorio al follow-up post-operatorio al team multidisciplinare costituito da chirurgo, nutrizionista, psicologo, psichiatra, internista, anestesista, pneumologo e chirurgo plastico. Al MOH vengono effettuati ogni anno circa 300 procedure bariatriche. Dopo un approfondito studio multidisciplinare, come da linee guida nazionali ed internazionali, vengono proposti tutti gli interventi chirurgici ed endoscopici al momento codificati, nell’intento di offrire al paziente un trattamento il più possibile personalizzato.

Dopo l’intervento chirurgico il paziente viene seguito dal Team multidisciplinare e, quando necessario, affidato al Chirurgo Plastico per il trattamento del caso (dal 2020 sono stati eseguiti oltre 500 interventi di rimodellamento corporeo).

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it