• 19 Ottobre 2021
  •  

Ippodromo di Chilivani: clamorosa sorpresa nel Derby, Chimera Love battuta da Chicca

Risultati delle corse di sabato 18 settembre.


Davanti ad un pubblico ai limiti della capienza autorizzata, partecipe ed entusiasta nell’assolato pomeriggio settembrino, all’ippodromo di Chilivani il 95° Derby sardo ha riservato una grossa sorpresa ad opera di Chicca che, dopo aver battuto in altra occasione la favorita Chimera Love, si è concessa il lusso di negarle l’alloro più ambito e prestigioso.

Una vittoria con “toccata e fuga” visto che l’allieva di Antonio Efisio Pinna, da lui allenata, subito dopo il traguardo ha scodellato a terra il suo fantino Nino Murru e poi è partita al galoppo saltando ostacoli e siepi sino a ritrovarsi a galoppare sull’asfalto della strada che conduce a Mesu ‘e Rios. Inseguita in auto dal suo proprietario è stata fortunatamente recuperata indenne e ricondotta all’insellaggio per consentire la verifica del peso e la convalida dell’ordine di arrivo.

Lo schema della corsa si è dipanato con l’andatura imposta allo steccato dall’ospite Borgiadey, tallonata da Chimera Love che, a metà percorso, cercava la soluzione di forza affiancandola e superandola, scattando appena entrata in dirittura. Chicca però, tenuta coperta sino a quel momento, scattava a sua volta ingaggiando una accesa lotta al termine della quale aveva ragione dell’avversaria ormai spenta. Per Nino Murru un più che meritato primo Derby sardo in carriera. Al terzo posto Borgiadey e al quarto Patita de l’Alguer.

La Listed per i purosangue arabi di 4 anni ed oltre “Sheikh Zayed Bin Sultan al Nahyan Cup” sulla distanza classica dei 2400 metri, come previsto è stata facile appannaggio di Amour (Scud. Clodia-M. Narduzzi-AD. Migheli) che ha controllato la corsa sin dall’inizio assumendo allo steccato il comando della corsa e graduando a piacimento. Il generoso attacco di Abu di Gallura lungo la retta d’arrivo è stato agevolmente respinto con un margine di una lunghezza e mezza. Terzo posto per una positiva Bellagioia e quarto per  Vulcano by Bonorvesu.

L’altra corsa “clou” della serata era il 46° Criterium sardo per i puledri purosangue di due anni, combattuta e spettacolare, nella quale Terry de l’Alguer, una delle prime favorite, terminava soltanto seconda, sovrastata da Sa Filonzana(G. Ortu- A. Cottu-A. Fiori) che scattava in progressione annullando lo slancio dell’avversaria. Completavano il marcatore Danielina e Thor de sa Matta.

Il convegno si era aperto con il Premio Coop. Assegnatari Arborea, 1600 metri per p.s.i. di 4 anni ed oltre. Prova del tutto deludente da parte del duo favorito de l’Alguer che naufragava all’ultima piegata quando Patita non riusciva a farsi luce e, all’ingresso in dirittura, spuntava Bice (M. Lavra-C. Muroni-A. Fiori) che con spunto irresistibile conteneva il rush finale di una rediviva Lady Gavoi. Risultato abbastanza imprevisto che determinava una quota del vincente di 31/1 e della trio di 3.673 €. A seguire Aria di Burrasca e Patita de l’Alguer.

Il Premio Wathba Stallion Cup per i purosangue arabi di tre anni, distanza di 1600 metri, si è risolto in un prolungato sprint in dirittura fra Chalifa (G. Flortis-M. Floris-A. Fele) che prevaleva di una testa su Chilavert che aveva animato la corsa e ha visto ancora una volta sfumare la prima vittoria in carriera. Terzo e quarto posto per Cinzia by Renza e Corsaro.

In chiusura la reclamare Premio ANACAD-Memorial Gen. Giovanni Baroncelli, per anglo arabi di tre anni a fondo inglese regalava la prima vittoria in carriera a Chentu a s’ora (S. Canu-S. Cargiaghe-A. Deias) a conclusione di un notevole spunto in dirittura davanti a Cheremule, Cornelina e Castellana.

Diego Satta

Foto di copertina: l’arrivo di Chicca su Chimera Love nel 95° Derby sardo (foto Monca Scano)

Leggi anche: IPPODROMO DI CHILIVANI: PROGRAMMA CORSE DI SABATO 18 SETTEMBRE